CCNL Cooperative e consorzi agricoli 2016

Il 3 agosto 2016 è stato firmato dall’AGCI – AGRITAL, la FEDAGRI – CONFCOOPERATIVE, la LEGACOOP – AGROALIMENTARE e la FLAI – CGIL, la FAI – CISL, la UILA-UIL, l’accordo di rinnovo del CCNL Cooperative e Consorzi Agricoli, che era scaduto lo scorso 31/12/2015. Il  contratto avrà validità 4 anni e decorre dal 01/01/2016 , con scadenza quindi  il 31/12/2019.

Vediamo di seguito le principali novità introdotte.

ORARI E FLESSIBILITA' :

Allo scopo di far fronte a particolari esigenze produttive e/o di mercato, è istituito un monte ore di eccedenza dell’orario contrattuale pari ad un massimo di 90 ore per anno civile, da utilizzare per prestazioni lavorative settimanali con orari superiori a quello contrattuale, a cui devono corrispondere prestazioni lavorative settimanali con orari corrispettivamente ridotti.
Nell’ambito degli accordi in materia di calendario di lavoro annuo, le parti potranno convenire il superamento del limite massimo di 90 ore di flessibilità e regolamentare le modalità dell’eventuale recupero in luogo della maggiorazione.

LAVORO PART-TIME:

Viene prevista la possibilità di impiegare personale assunto con contratto a tempo parziale, nella misura massima del 30% dei lavoratori a tempo indeterminato, con un minimo di 2. La contrattazione di II° livello è legittimata ad intervenire per modificare tale percentuale.

UTILIZZO LAVORO IN SOMMINISTRAZIONE:

E’ possibile utilizzare personale in somministrazione, seguendo le modalità fissate dalla normativa vigente.
In ogni caso, il ricorso a personale in somministrazione non potrà eccedere il 15% del personale assunto a tempo indeterminato, con un minimo di 2 lavoratori.

PERIODO DI PROVA

L’operaio assunto con rapporto di lavoro a tempo determinato superiore a 30 giorni è soggetto a un periodo di prova di 2 giorni lavorativi;
L’operaio assunto con rapporto di lavoro a tempo determinato superiore a 50 giorni è soggetto a un periodo di prova di 8 giorni lavorativi, ma riferiti al solo primo rapporto di lavoro per le medesime mansioni.

TRATTAMENTO ECONOMICO

Gli aumenti retributivi previsti  saranno erogati in tranches annuali a partire dalle retribuzioni di luglio 2016 per finire a luglio 2019. Il totale di aumenti va da circa 58 a 105 euro mensili , a seconda del livello di inquadramento, nell'arco dei quattro anni

AUMENTI RETRIBUTIVI 2016- 2017

Livello

par

Minimo 31/7/2016

Aumento

1/8/2016

Minimo

1/8/2016

Aumento

1/5/2017

Minimo

1/5/2017

1

151,70

1875,63

36,90

1912,53

23,24

1935,77

2

136,38

1686,20

33,17

1719,37

20,89

1740,26

3

125,53

1552,08

30,53

1582,61

19,23

1601,84

4

116,72

1443,16

28,39

1471,55

17,88

1489,43

5

111,00

1372,38

27,00

1399,38

17,00

1416,38

6

107,78

1332,63

26,22

1358,85

16,51

1375,36

7

100,00

1236,40

24,33

1260,73

15,32

1276,05

Area non p.

84,35

1042,95

20,52

1063,47

12,92

1076,39

AUMENTI RETRIBUTIVI DAL 2018

Livello

Aumento

1/1/2018

Minimo

1/1/2018

Aumento

1/7/2019

Minimo

1/7/2019

Aumento

Totale

1

23,24

1959,01

21,86

1980,87

105,24

2

20,89

1761,15

19,65

1780,8

94,60

3

19,23

1621,07

18,09

1639,16

87,08

4

17,88

1507,31

16,82

1524,13

80,97

5

17,00

1433,38

16,00

1449,38

77,00

6

16,51

1391,87

15,54

1407,41

74,78

7

15,32

1291,37

14,42

1305,79

69,39

Area non p.

12,92

1089,31

12,16

1101,47

58,52