Bando ISI INAIL 2016 per l’agricoltura

Il 28 luglio 2016 l’ Inail ha pubblicato il nuovo  bando di finanziamento Isi INAIL che quest'anno, per la prima volta,  è interamente dedicato ad un unico settore ossia il settore dell’agricoltura. 

Come di consueto lo scopo dell’iniziativa è quello di incentivare la sicurezza nelle  microimprese e le piccole imprese,  in questo caso  quelle operanti nel settore della produzione agricola primaria  attraverso aiuti all’acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature di lavoro dotate di caratteristiche  innovative per :

  • abbattere le emissioni inquinanti e la rumorosità 
  • ridurre il rischio infortunistico o quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

Nell'’avviso pubblico Isi agricoltura 2016 , l'Inail mette a disposizione 45 milioni di euro suddivisi in due assi di finanziamento differenziati in base ai destinatari:

Asse 1: riservato a giovani agricoltori  organizzati anche in forma societaria. La dotazione destinata a finanziare l’Asse 1 è pari a 5 milioni di euro;

Asse 2: per la generalità delle imprese agricole. La dotazione è pari quindi a 40 milioni di euro.

N.B. La definizione di giovane agricoltore è quella prevista dall’articolo 2 (34) del Regolamento (UE) n. 702/2014: "giovane agricoltore": una persona fisica di età non superiore a 40 anni alla data della presentazione della domanda di aiuto, che possiede adeguate qualifiche e competenze professionali e che si insedia per la prima volta in un'azienda agricola in qualità di capo dell'azienda.

Come per i precedenti bandi Isi le somme a disposizione sono suddivise  in budget regionali.

Il finanziamento puo essere richiesto una sola volta per ogni impresa , su un solo Asse di finanziamento e va da un minimo di 1.000 ad un massimo di 60 mila euro .Per progetti di importo superiore a 30 mila euro puo essere richiesto un anticipo pari al 50%.

I finanziamenti vengono erogati dopo la realizzazione del progetto, inviando la relativa documentazione entro 60 giorni.

Questi finanziamenti Isi Agricoltura 2016 possono essere cumulati:

  1. con altri aiuti di Stato riguardanti diversi costi ammissibili individuabili;
  2. in relazione agli stessi costi ammissibili, in tutto o in parte coincidenti, unicamente se tale cumulo non comporta il superamento dell’intensità di aiuto pari al:
  • 50% dell’importo di costi ammissibili, per i soggetti beneficiari dell’Asse 1;
  • 40% dell’importo di costi ammissibili, per i soggetti beneficiari dell’Asse 2.

Tali finanziamenti tuttavia non sono cumulabili con aiuti de minimis relativamente agli stessi costi ammissibili, se tale cumulo porta a un’intensità di aiuto superiore alle predette percentuali.

Requisiti imprese e progetti

Le imprese ammesse ai finanziamenti sono le microimprese e le piccole imprese, operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo di cui all’articolo 2135 del codice civile e titolari di partita IVA in campo agricolo, qualificate come:

  • Impresa individuale;
  • Società agricola;
  • Società cooperativa.

Le imprese che possono beneficiare dei contributi di cui all’Asse 1 devono inoltre avere al loro interno la presenza di giovani agricoltori come segue:

  • in caso di impresa individuale: il titolare deve possedere la qualifica di imprenditore agricolo e un’età non superiore ai quarant’anni alla data di presentazione della domanda;
  • in caso di società semplici, in nome collettivo e cooperative: almeno i due terzi dei soci devono possedere la qualifica di imprenditore agricolo e un’età non superiore ai quarant’anni alla data di presentazione della domanda. Per le società in accomandita semplice la qualifica di imprenditore agricolo e un’età non superiore ai quarant’anni può essere posseduta anche dal solo socio accomandatario; in caso di due o più soci accomandatari si applica il criterio dei due terzi di cui al primo periodo;
  • in caso di società di capitali: i conferimenti dei giovani agricoltori con qualifica di imprenditore agricolo ed età non superiore ai quarant’anni alla data di presentazione della domanda devono costituire oltre il 50 per cento del capitale sociale e gli organi di amministrazione della società devono essere costituiti in maggioranza da giovani agricoltori con qualifica di imprenditore agricolo ed età non superiore ai quarant’anni alla data di presentazione della domanda.

 Progetti ammissibili

I progetti finanziabili sono quelli relativi all’acquisto o noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali e/o di macchine agricole o forestali.

Il progetto può prevedere l’acquisto al massimo di due beni da associare secondo il seguente schema:

– n. 1 trattore agricolo o forestale + n. 1 macchina agricola o forestale dotata o meno di motore proprio;

n. 1 macchina agricola o forestale dotata di motore proprio + n. 1 macchina agricola o forestale non dotata di motore proprio;

n. 2 macchine agricole o forestali non dotate di motore proprio.

Sono ammissibili i progetti presentati dalle microimprese e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli che, attraverso l'acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali e/o di macchine agricole o forestali, raggiungono il punteggio di 100 punti calcolato secondo i criteri definiti nel bando.

Come accedere ai finanziamenti ISI Agricoltura 2016

La presentazione della domanda avviene attraverso tre fasi distinte:

1. registrazione sul sito INAIL e  compilazione della domanda online: le imprese registrate sul sito www.inail.it, a partire dal 10 novembre 2016 ed entro e non oltre il  20 gennaio 2017, avranno a disposizione nella sezione “accedi ai servizi online” una procedura informatica che consentirà loro,:

-di effettuare simulazioni relative al progetto da presentare;

– di verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità;

-di salvare la domanda inserita;

-di effettuare la registrazione della propria domanda attraverso l’apposita funzionalità presente in procedura tramite il tasto “INVIA”.

2. acquisizione del codice indentificativo

A partire dal 1 febbraio 2017 le imprese che raggiunta o superata la soglia minima di ammissibilità, avranno  salvato definitivamente la propria domanda , potranno effettuare il download del proprio codice identificativo che identificherà in maniera univoca il loro progetto e dovrà  essere custodito dall’impresa ed utilizzato nel giorno dedicato all’inoltro telematico delle domande.

3.  Invio della domanda

 Il giorno del "click day" , con gli  orari  che saranno pubblicati sul sito www.inail.it a partire dal 30 marzo 2017, le imprese potranno materialmente inviare la domanda di ammissione al contributo, già registrata, utilizzando il codice identificativo ricevuto.

 Le domande verranno collocate in graduatoria in ordine cronologico di arrivo sulla base dell’orario registrato dai sistemi informatici INAIL ed  al termine di ogni singola registrazione l’utente visualizzerà un messaggio attestante la corretta presa in carico dell’invio.

Gli Avvisi regionali/provinciali con i relativi allegati sono pubblicati  sul sito dell’Istituto WWW. INAIL.IT 

Per ulteriori informazioni sono disponibili anche i seguenti recapiti telefonici:

Contact Center: numero verde 803.164, gratuito da rete fissa, per le chiamate da cellulare è disponibile il numero 06.164164 (a pagamento in base al piano tariffario del gestore telefonico del chiamante).

Allegati: