Voluntary: comportamenti diversi degli uffici sulla tassazione

Recentemente la voluntary disclosure è approdata alla seconda fase, quella cioè del confronto con il contribuente e di liquidazione delle istanze. Tuttavia su alcune tematiche gli uffici dell'Agenzia stanno adottando comportamenti differenti tra loro. I principali argomenti su cui si rilevano differenze sono: 

  • la valutazione dei prelevamenti consistenti, 
  • la tassazione dei dividendi in società a ristretta base societaria,
  • le polizze assicurative unit linked.

La valutazione dei prelevamenti consistenti

Quando l’importo dei prelievi diventa particolarmente rilevante gli uffici chiedono maggiori chiarimenti. Il problema si sviluppa perchè:

  1.  a volte esistono collegamenti a situazioni oggettive esterne dimostrabili (es. la ristrutturazione di un immobile).
  2. a volte tali collegamenti non sono dimostrabili e non è sufficiente l'indicazione secondo cui si tratta di spese personali o di consumi familiari. In questi casi si richiede al contribuente una dichiarazione sostitutiva che specifichi la destinazione delle somme.

 

Dividendi di società familiari

Il problema centrale è se la  tassazione dei dividendi in capo ai soci, debba o meno essere calcolata al lordo delle imposte liquidate dalla società. Alcune direzioni regionali hanno seguito la strada della tassazione sull’importo netto, altre invece hanno tassato l’intera somma in capo ai soci. In pratica,

  • se il socio ha rifuso alle società le imposte da questa pagate per la propria disclosure la tassazione sul socio è al netto;
  • se il socio non ha rifuso alla società le imposta da questa pagate per la disclosure: viene liquidata sul socio l’Irpef determinata sul dividendo lordo.

Per avere certezza contributiva gli uffici sviluppano il procedimento nel seguente modo:

1. liquidano prima la dichiarazione di disclosure nazionale della società,

2. assegnano un tempo ai soci per effettuare un bonifico alla società pari alle imposte da questa pagate,

3. emettono gli avvisi in capo ai soci basando i calcoli sul dividendo netto.

 

Polizze unit linked

Con l'adesione alla voluntary disclosure sono stata regolarizzate molte polizze estere cd. unit linked, caratterizzate dall'immissione in un regime patrimoniale di titoli, obbligazioni e fondi.

L'inquadramento di queste polizze è diverso a seconda che siano considerate un prodotto previdenziale  o un prodotto finanziario.