• Senza categoria

Expo Milano 2015: la circolare delle Entrate anche in inglese e francese

La Circolare n. 26/E/2014, contenente chiarimenti sugli aspetti fiscali legati all’Expo Milano 2015, è stata ora tradotta anche in inglese e francese. Si ricorda che la circolare precisa quali sono i soggetti coinvolti (partecipanti ufficiali, cioè gli Stati e le organizzazioni internazionali intergovernative, e partecipanti non ufficiali, ossia le amministrazioni pubbliche, le imprese e le organizzazioni della società civile) per spiegare, poi, le singole disposizioni agevolative loro riconosciute. In particolare, sono esonerati dalle imposte sul reddito e dall’Irap i partecipanti ufficiali e quelli non ufficiali, ma limitatamente alle attività non commerciali svolte all’interno dello spazio espositivo. Per lo svolgimento delle attività commerciali, invece, come la vendita di prodotti, la ristorazione o gli spettacoli, si applicano le regole previste dal Tuir. Le attività che producono reddito, inoltre, non potranno occupare più del 20% dello spazio a disposizione dei partecipanti. Le agevolazioni Iva sono previste solo per i partecipanti ufficiali (Commissariati generali di sezione), che possono acquistare e/o importare beni e servizi in esenzione d’imposta, se di importo superiore a 300 euro.