Cud 2012 entro il 28 febbraio: debuttano nuovi codici annotazioni

Il CUD 2012 ha recepito le novità intervenute nel 2011. Tra queste, le variazioni previste per la redazione del punto 1 relativo ai redditi per i quali è possibile fruire della detrazione di cui all’art. 13 del Tuir. L’importo da trascrivere, infatti, deve essere al netto del contributo di solidarietà del 3% a carico di chi ha un redito complessivo superiore a 300.000 euro. Aumentano, inoltre, i codici delle annotazioni; sono, infatti, stati inseriti il codice “BM”, relativo agli incentivi fiscali per il rientro in Italia dei giovani ricercatori, e i codici “BQ” e “CB” per evidenziare la riduzione del 99% all’82% dell’acconto Irpef per il 2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *