Abuso del diritto con limiti circoscritti

Dal Decreto legislativo sulla certezza del diritto, attuativo della delega fiscale approvato definitivamente dal Consiglio dei ministri di venerdì scorso ed ora in attesa di pubblicazione sulla «Gazzetta Ufficiale», emerge che il perimetro di applicazione dell’abuso del diritto risulta ora estremamente circoscritto. Il nuovo articolo 10-bis dello Statuto del contribuente (Legge n. 212/2000), introdotto dal Dlgs, fissa due precise coordinate entro cui la disciplina dell’abuso dovrà muoversi: gli istituti del legittimo risparmio d’imposta e dell’evasione. Per potere configurare abuso del diritto occorrerà, quindi, che il vantaggio fiscale conseguito non trovi collocazione in questi due istituti.