• Senza categoria

Unico Persone Fisiche 2014: le modifiche al Modello e alle istruzioni

Con Provvedimento del 4 aprile 2014, l’Agenzia delle Entrate ha approvato alcune modifiche al modello di dichiarazione “Unico Persone Fisiche 2014” e alle relative istruzioni. Tali modifiche si sono rese necessarie per ottemperare a recenti disposizioni normative, in particolare, con riferimento al monitoraggio fiscale.
 
Si ricorda infatti che la legge 50/2014 ha eliminato l’obbligo di indicare in dichiarazione nel quadro RW i depositi e i conti bancari costituiti oltre confine che, complessivamente nel periodo d’imposta, non superano i 10.000 euro, di conseguenza nelle istruzioni relative al quadro RW, “Investimenti e attività finanziarie all’estero, monitoraggio – IVIE/IVAFE”, oltre alle correzioni imposte dalla nuova previsione normativa, è stata inserita l’avvertenza: “l’obbligo di monitoraggio non sussiste per i depositi e conti correnti bancari costituiti all’estero il cui valore massimo complessivo raggiunto nel corso del periodo d’imposta non sia superiore a 10.000 euro (art. 4-bis del decreto legge 28 gennaio 2014, n. 4, convertito con modificazioni dalla legge 28 marzo 2014, n. 50); resta fermo l’obbligo di compilazione del quadro laddove sia dovuta l’IVAFE”.
 
Ulteriori modifiche sono state apportate per adeguare il modello e le istruzioni ad alcuni orientamenti interpretativi (ad esempio in materia di rapporti tra Imu e Irpef nei casi di pagamento della cosiddetta “Mini Imu”), per consentire la corretta determinazione degli acconti in presenza di particolari tipologie di redditi d’impresa (esercenti impianti di distribuzione di carburante), nonché per correggere alcuni errori materiali riscontrati successivamente alla pubblicazione del predetto modello di dichiarazione e delle relative istruzioni.
Allegati: