Come si calcola l’acconto IRES 2013 ?

L’acconto IRES dovuto dalle società di capitali, e dagli enti commerciali e non commerciali, a seguito delle modifichee normative intervenute con il DL 76/2013 è pari al 101% (invece che del 100%) dell’“IRES dovuta o differenza a favore del contribuente” esposta rispettivamente nei righi: RN17 del modello Unico SC 2013 oppure RN28 del modello Unico ENC 2013.
Per stabilire l’ammontare dovuto a titolo di 2° o unica rata, occorre:
• RI-determinare l’acconto complessivamente dovuto in misura pari al 101% dell’imposta dovuta per l’esercizio precedente, indicata nel rigo RN17/RN28;
• sottrarre a tale ammontare quanto eventualmente versato come 1° rata.
Ricordiamo che:
• l’importo fino a 20,66 euro non è dovuto ;
• da 20,67 a 257,50 euro si versa un unica rata il 2 dicembre 2013
• da 257,51 euro deve essere stata versato il 40% del 100% entro il 17 giugno o 7 luglio ,(senza maggiorazioni ) e il 2 dicembre andrà versato il 61% dell’importo risultante da righi sopracitati.
 
Esempio : Il modello Unico SC 2013 della PIPPO a srl (soggetta a studi di settore) presenta al rigo RN17 un importo pari a € 35000. Di conseguenza l’acconto IRES 2013 è pagabile in 2 rate:
• la prima rata: di € 14000 (35000 x 40%) entro lo scorso 8/07/2013 (ovvero 20/08 con la maggiorazione dello 0,40%)
la seconda rata: di € 21.350 (35000 x 101% – 14000) da versare entro il prossimo 02/12/2013.